• slider
  • slider
  • slider

LE ORIGINI

Ci sono diverse versioni sulle origini della città ma la più accettata è quella della costruzione, nel 1750 circa, di una “estancia” nota appunto col nome “Cañada de Gómez”, proprietà del capitano Miguel Gómez. Il governatore di Santa Fe, il federale Estanislao López, in conflitto con la famiglia, confiscò le proprietà degli unitari Gómez, che emigrarono nella Regione Buenos Aires e si stabilirono a Tandil.


I primi abitanti arrivarono nella regione a metà del s. XIX ed il 1º maggio 1866 fermò alla Stazione il primo treno delle Ferrovie -linea Ferrocarril Central Argentino- che faceva il percorso Rosario – Tortugas, poi completato fino a Córdoba nel 1870. Pedro Reün, il primo abitante e capostazione, vi si trasferì con la famiglia il 1º agosto 1867. Nel 1869 giunsero tre immigrati tedeschi e poco dopo fu il turno di inglesi, svizzeri, francesi, italiani, spagnoli e altri, i quali si stabilirono definitivamente, aprirono negozi nelle vicinanze della Stazione e fondarono scuole, società di soccorso di immigrati italiani, spagnoli e svizzeri, una banca, l’Ospedale e la Società delle Donne di Beneficenza. Con la creazione del Dipartimento Iriondo, Cañada de Gómez fu riconosciuta Comune il 1º gennaio 1884 ed eletta capoluogo del Dipartimento. Infine, il 7 ottobre 1922 è stata dichiarata città. Il Patrono di Cañada de Gómez è San Pietro Apostolo, festeggiato il 29 giugno.


Galleria